CUORE, CORAGGIO, CREATIVITà.



Tenuta Scerscé nasce come percorso naturale di una
giovane donna, Cristina Scarpellini,
che oggi è la testa pensante dell’azienda.
Cuore, coraggio, creatività sono le tre parole che
distinguono questo appassionante viaggio.
Si laurea in legge a Milano dopo una tesi di
ricerca presso l’Università Paris Sorbonne, Panthéon
Assas II, che la trattiene per circa due anni a Parigi.
Per mantenersi gli studi lavora in un ristorante come
hôtesse d'accueil e nel tempo si appassiona al buon
cibo ed al buon vino.
Parigi, scuola del gusto, per questo vale la pena menzionarla.
Rientra in Italia e decide di intraprendere la carriera forense.
Grazie ad una collaborazione su Milano dopo qualche anno
inizia un percorso lavorativo che le permette di specializzarsi
in diritto internazionale con particolare riferimento
all’internazionalizzazione delle imprese.
Proprio grazie a questo percorso la sua vita incontra la Valtellina.
Appassionata di nebbiolo e lungimirante nella sua visione aziendale, raccoglie la sfida in tutti i sensi, visto che la Valtellina è nota per la sua “viticoltura di qualità”.

Inizialmente un hobby, poi lei stessa si rende conto che è sempre più attratta da questo affascinante mondo sino al punto di decidere di seguire in prima persona sia la produzione che le attività connesse. Oggi l’azienda ha investito acquistando terreni e progettando una cantina tutta sua.
Il simbolo di Tenuta Scerscé trae origine dalla cultura contadina, a sottolineare la filosofia produttiva della Tenuta, da sempre orientata verso una produzione limitata a poche bottiglie, ma di altissima qualità.

>>> l’immagine